Blog

SalumiAmo torna a Bruxelles nel semestre di Presidenza italiana

  |   Senza categoria

Appuntamenti il cinque, il sei e il tredici novembre.

 

Milanofiori, 4 novembre 2014 – Bruxelles, la capitale del Belgio nonché de facto dell’Unione europea, in quanto sede di Commissione e Parlamento europeo, diventerà a novembre – ed esattamente il 5, il 6 e il 13 – anche il luogo dove si potrà degustare il Made in Italy di qualità. Arriva, anzi, torna per la terza volta (le precedenti nel 2009 e nel 2011) SalumiAmo®, l’ormai noto format dell’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani (IVSI) che unisce l’informazione alla degustazione, proponendo un’esperienza sensoriale unica in un clima conviviale e piacevole. 

Con la collaborazione e il contributo dell’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese, si terranno tre eventi distinti, in grado di coinvolgere le Istituzioni comunitarie a più livelli.

5 Novembre 2014

Il 5 novembre ci sarà l’evento di apertura, che presenterà l’intera iniziativa a media, rappresentanti delle Istituzioni e opinion leader europei. La serata avrà luogo presso il Museo del Cinquecentenario, nella suggestiva sala Apamée (www.mrah.be).

Durante la serata, sarà possibile degustare una ricca selezione di prodotti tutelati della salumeria italiana: Bresaola della Valtellina IGP; Capocollo di Calabria DOP; Coppa Piacentina DOP; Cotechino Modena IGP; Mortadella Bologna IGP; Pancetta di Calabria DOP; Pancetta Piacentina DOP; Prosciutto di Modena DOP; Prosciutto di San Daniele DOP; Prosciutto Toscano DOP; Salame Cacciatore DOP; Salame di Varzi DOP; Salame Piacentino DOP; Salsiccia di Calabria DOP; Soppressata di Calabria DOP (piccante); Speck Alto Adige IGP; Zampone Modena IGP. I salumi italiani, saranno opere d’arte mischiate a quelle del Museo, tesori archeologici dal valore inestimabile. Questi salumi saranno anche interpretati dallo chef Cristian Broglia di ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, con sede a Colorno, in provincia di Parma, che li trasformerà in sfiziose proposte.

6 Novembre 2014

La presenza dei salumi italiani continuerà poi il 6 novembre, con la degustazione degli stessi salumi presso il Berlaymont, sede della Commissione europea.

13 Novembre 2014

Infine, il 13 novembre, si concluderà l’iniziativa a Bruxelles con una degustazione al Parlamento europeo, nota sede frequentata dai politici dell’Unione, resa possibile grazie all’On. Elisabetta Gardini, Capo Delegazione italiana FI PPE e membro della Commissione Ambiente, Sanità Pubblica e Sicurezza Alimentare (ENVI) del Parlamento europeo.

“Essere nel cuore delle Istituzioni europee con i nostri salumi, con la loro storia e il loro valore in termini culturali, economici e nutrizionali, ed esserci proprio nel semestre di Presidenza italiana dell’Unione Europea, afferma ancora di più quanto i nostri prodotti siano essi stessi una espressione viva e sana della nostra Italia” ha affermato Francesco Pizzagalli, Presidente di IVSI.

“Con i nostri 38 salumi DOP e IGP – ha proseguito Pizzagalli – rappresentiamo circa un terzo del patrimonio di prodotti carnei tipici europei e se consideriamo i soli salumi DOP ne abbiamo più di due/terzi. Questo testimonia la nostra lunga tradizione che, tuttavia, ha saputo coniugarsi all’innovazione tecnologica per arrivare ad avere prodotti più magri e in linea con le moderne esigenze nutrizionali, come dimostrano i risultati dell’indagine effettuata nel 2011 dal CRA-NUT (ex Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione-INRAN)”.

IVSI – Istituto Valorizzazione Salumi Italiani – opera dal 1985 con lo scopo di favorire la conoscenza dei salumi tipici e di diffondere una corretta informazione sui valori nutrizionali e sugli aspetti culturali, produttivi e gastronomici di questi prodotti. Sul territorio nazionale l’Istituto Valorizzazione Salumi Italiani ha promosso pubblicazioni editoriali, ricerche di mercato, indagini scientifiche ed altre iniziative ed eventi rivolti ai mass media, opinion leader, comunità scientifica e al vasto pubblico dei consumatori. All’estero sono stati realizzati programmi di promozione dei salumi in Francia, Germania, Belgio, Svezia, Finlandia, Russia, Brasile, Canada, Stati Uniti, Corea del Sud, Giappone ed Hong Kong.